Seleziona una pagina

IL TERROIR

Nel Sud del Piemonte, in una lingua di terra che accarezza la Liguria, del cui mare respira le brezze marine, si coltiva il Cortese. Questo vitigno pare si chiami così proprio perché Gavia, la figlia del re dei Franchi, gentile e “cortese”, scappò qui per poter coltivare un amore osteggiato dalla famiglia.

In una terra di grandi rossi, il Cortese ha trovato il suo spazio proprio grazie alla vicina Liguria: il territorio in cui è coltivato faceva parte della Repubblica Marinara di Genova e cibi e vini erano quelli tipici liguri.

A Serravalle Scrivia “La Bollina” coltiva 28 ettari di vigna circondata da boschi di castagni e produce un Gavi docg che ho degustato

LA DEGUSTAZIONE

Senz’altro il 2016 è stata un’annata particolarmente favorevole dal punto di vista climatico.

I profumi sono eleganti, puliti e cortesi nel loro avvicendarsi. Subito tanta mineralita’, ma non sfacciata e prepotente: è garbata e cede il passo alla pesca bianca ed alla pera, quindici ai fiori bianchi, allo zenzero, al rosmarino, seguito da una rinfrescante mentuccia. È bellissimo questo alternarsi di profumi dolci e pungenti!

In bocca ha un bel corpo per essere un vino bianco e spicca di nuovo la mineralita’ insieme ad una viva freschezza e non manca la sapidità.

In retrolfattiva tornano netti, eleganti e persistenti i profumi sotto forma di aroma. La chiusura è di anice. Che bel vino!