Seleziona una pagina

SVILUPPO STRATEGICO E VALORIZZAZIONE

Provate ad andare in un villaggio sperduto in mezzo alla savana e chiedere a qualcuno se conosce la Ferrari: sorprendentemente vi risponderà di sì, avendo ben in mente il cavallino rampante. Se però accennerete alla Bugatti, difficilmente sapranno di cosa parlate. E non perché quest’ultima sia da meno.
E’ tutto legato al trasferimento del valore.
Ecco perché, se si ha un terroir valido (tutti e tre gli elementi devono esserlo), è importante fare due cose:
Far emergere le qualità potenziali, ancora non espresse, attraverso lo sviluppo strategico;
Far conoscere al mondo i propri prodotti di qualità, con la valorizzazione.
Io mi occupo di questo: per i viticoltori, per il settore ho.re.ca. e per le enoteche. La base di tutto sono le competenze e quindi la formazione e l’informazione, ma prima di tutto voglio ascoltarvi, perché ognuno di voi ha la sua storia, la sua personalità e la mia consulenza dev’essere un abito cucito su misura.

Aree di intervento

Contattami . Compila il modulo con i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto.

3 + 6 =

Dopo che mi avrete raccontato di voi, del vostro territorio e dei vostri vini, li degusterò. E’ essenziale che mi piacciano, perché se non sono io la prima a riconoscerne il valore, come posso comunicarlo agli altri ed aiutarvi nella crescita?
Da qui partiremo per scegliere le strategie di sviluppo più opportune, che si articoleranno su più piani e con differenti modalità.
Innanzitutto, è essenziale per me conoscere a fondo il vostro retroterra culturale, che riguarda sia l’eventuale tradizione familiare, sia l’ambiente nel quale coltivate le vigne: non solo dal punto di vista vitivinicolo, ma anche paesaggistico, storico, culturale, gastronomico. Sono tutti aspetti che si integrano e che insieme rendono unici i vostri vini, insieme a vitigno e condizioni pedoclimatiche. Sono pezzi di valore che vanno utilizzati e poi esaltati, prima ancora che comunicati! Ci servono non solo per la divulgazione, ma anche come supporto alla crescita.
Una volta individuate queste peculiarità, bisogna fruirne e nutrirsene.

Il secondo passo sarà farle conoscere e raccontarle con competenza ed anche con il metalinguaggio più adeguato per ogni interlocutore. Operativamente metterò mano ai contenuti dei siti, definiremo strategie di comunicazione sia tecniche che contenutistiche per i social network e per la stampa.
Inoltre, mi occuperò di:

  • strategie commerciali e rapporti con vecchi e nuovi partners alla luce dell’evidenziazione del valore;
  • definizione e conduzione di degustazioni guidate sia on line che de visu ad hoc per i vari stakeholders (appassionati, importatori, stampa, ho.re.ca. in generale),
  • i rapporti con l’ho.re.ca., che prevede un’importante percorso sia informativo che formativo dedicato a tutti gli operatori: sono i nostri primi ambasciatori;
  • la gestione dei socials networks con definizione dello storytelling e delle strategie;
  • la formazione degli agenti (anche online);
  • i rapporti col territorio: il vignaiolo non è un’entità a se stante, ma è immerso nel suo ambiente, come dicevo in premessa, e quindi studieremo varie forme di collaborazione con la maggior parte degli operatori pubblici e privati presenti sul territorio, in modo che la reciproca valorizzazione e conoscenza sia un acceleratore di sviluppo;
  • la partecipazione a premi, concorsi e ad unioni di vignaioli: nel solco della convinzione che le relazioni collaborative e che la divulgazione sia essenziale in differenti forme, valuteremo opportunità anche in tal senso

LA CONSULENZA PER RISTORANTI E CATERING

A meno che non abbiate clienti astemi, il vino ha un’importanza strategica sempre più rilevante per la vostra attività, sia in termini diretti immediati che in seconda battuta.
Sapete quanto sia importante il vino per voi: il prezzo, al netto del costo, è tutto guadagno diretto, visto che non ci sono costi di trasformazione intermedia. Perciò, più vino vendete, maggiore sarà il vostro guadagno, non solo il ricavo.
Inoltre, un buon abbinamento cibo-vino esalta sia il primo che il secondo, rendendo più soddisfatti i vostri clienti, che ordineranno più bottiglie e saranno più soddisfatti delle pietanze. E vendere più bottiglie ad uno stesso tavolo, significa avere margini maggiori per ogni pasto prodotto. In caso contrario, invece, rovinerete anche i vostri ottimi piatti. Ecco che dare attenzione al vino è essenziale per il vostro successo.
Con la crescente attenzione nei confronti del vino, non è raro che alcuni clienti prediligano il vostro ristorante, oltre che per la qualità e la bontà dei piatti, anche per l’eccellenza della carta dei vini e per i suggerimenti profusi durante la cena, che diventerà ancora più gradevole, grazie ad un importante servizio aggiuntivo.
Per potervi aiutare a massimizzare i benefici sia a breve che a medio lungo termine del vino, dobbiamo cominciare con una bella chiacchierata. Infatti, prima di tutto, per me è importante capire che tipo di ristorante avete, che tipo di clientela avete e vorreste/potreste avere, quali sono per voi i vini inamovibili, se è centrale il vino o il cibo.

Da qui partiremo con:

  • la redazione della carta dei vini in base al menù (non una semplice carta dei vini, ma un documento multimediale ed un supporto per i clienti),
  • la redazione del menù in base al vino o al vitigno,
  • le strategie commerciali,
  • la formazione del personale (essenziale: i camerieri sono gli ambasciatori del ristorante e più sono competenti sia nei gesti che nei contenuti, più crescerà il valore del ristorante) sul vino in generale, sui vini in carta e quindi il terroir di ognuno, le piccole strategie di vendita, le modalità di servizio,
  • l’organizzazione e la realizzazione di degustazioni guidate e di incontri coi vignaioli (anche online).

Anche per un’enoteca è fondamentale fidelizzare i clienti con eventi ad hoc e conoscendo bene come abbinare il cibo al vino: quanti saranno venuti a chiedervi consiglio per una cena? Un cliente che sa di poter ricevere questo tipo di servizio e che, affidandosi a voi, fa bella figura, sarà fidelizzato ed acquisterà più bottiglie.

Per le enoteche organizzo:

  • mini-corsi di avvicinamento al vino per i clienti (anche online)
  • formazione del personale (anche online)
  • l’organizzazione di degustazioni guidate e di incontri coi vignaioli (anche online)