Seleziona una pagina

I SOCIAL NETWORKS: NON SOLUM SED ETIAM…

Tante locuzioni che ci portiamo dal passato non sbagliano mai: puntare tutto solo sui social networks sarebbe inefficace, ma utilizzarli come parte integrante di una strategia di sviluppo è fondamentale.
Instagram, facebook e twitter non sono né il male assoluto né la panacea di tutti i mali, sono come un coltello: se lo avrà in mano una persona con cattive intenzioni diventerà un’arma, ma uno chef non potrà farne a meno. Non potrete neppure dire allo chef: “no ma fanne pure a meno: hai scolapasta e frullatori”, perché a lui serve anche il coltello, come a noi anche i social networks!

PRIMA I CONTENUTI
Come ripeto sempre, la cosa essenziale è sviscerare i contenuti del terroir se siete un vignaiolo: la storia della vostra famiglia e del vostro retroterra culturale, la vostra storia, le condizioni pedoclimatiche nelle quali lavorate, il vostro habitat naturale ed il vitigno che avete scelto di coltivare, le sue caratteristiche e come si esprime in questo posto e con le vostre scelte produttive.
Analogamente, se siete un ristoratore sarà essenziale oltre alla parte personale, anche l’impronta del ristorante, il suo quid pluris, il legame col territorio ed il rapporto fra pietanze e vino.
Una volta chiari ed approfonditi i talenti, le peculiarità e tutto quanto riguarda quello che sta intorno alla bottiglia, bisogna comunicarlo.

Contattami

3 + 12 =

PERCHE’ I SOCIAL NETWORKS

 

Per informare e formare tutti coloro che a vario titolo possono essere interessati ai vostri vini o al vostro ristorante o enoteca, si possono, anzi si devono, utilizzare metalinguaggi differenti e canali differenti ed uno di questo sono i social networks:
– per arrivare al maggior numero di persone possibile;
– per raggiungere il pubblico più eterogeneo possibile: non solo gli addetti ai lavori o gli appassionati che leggono riviste di vino o che partecipano ad eventi enogastronomici, ma chiunque in quel momento possa essere incuriosito dal vostro prodotto/servizio (che sia un vino o un ristorante);
– per avere una copertura geografica la più vasta possibile, sia che siate un produttore di vini che coltiva un ettaro in cima ad una sperduta montagna, sia che abbiate un ristorante su uno scoglio affiorante al largo della Gorgona. E non è detto che chi sta a migliaia di chilometri di distanza e non avrebbe mai conosciuto il vostro prodotto/servizio se non grazie ai social, non decida di acquistarlo online oppure di venire a provarlo in loco

I Social network di chi

Innanzitutto, i vostri. Bisognerà dedicare particolare cura ed attenzione alla selezione dei contenuti, alle strategie di comunicazione e di crescita di followers dei vostri profili, in modo da essere conosciuti sempre di più e suscitare sempre più interesse, ma sempre partendo dal presupposto di una corretta informazione.
E poi anche il mio, come partnership: farò da testimonial con posts sul mio blog, che diventeranno posts anche sui miei profili social ed anche dirette instagram, reels, stories, in modo che funzioni come cassa di risonanza, facendo arrivare le informazioni a tutti i miei followers.